Colesterolo alto cause, sintomi e prevenzione

Il colesterolo è uno dei lipidi o grassi più importanti presenti nel nostro corpo. Serve, fondamentalmente, per la formazione delle membrane delle cellule dei nostri organi e come "materia prima" per la sintesi degli ormoni sessuali e di quelli di origine surrenale. È anche un precursore degli acidi biliari, sostanze che fanno parte della bile e che facilitano la digestione dei cibi grassi.

Da dove proviene il colesterolo?

In circostanze normali, quasi tutto il colesterolo nel nostro corpo proviene da ciò che assorbiamo dal cibo e da ciò che il fegato è in grado di produrre. Questo colesterolo passa nel sangue, dove viene trasportato dalle proteine ​​appositamente progettate per esso, le lipoproteine, per poi essere distribuito ai vari dispositivi e sistemi del corpo umano.

Quando c'è un eccesso di colesterolo che circola nel sangue, tende a depositarsi sulla parete delle arterie, provocando le cosiddette "placche di ateroma". Le placche di ateroma sono costituite principalmente dal colesterolo lì immagazzinato e da cellule che fagocitano il colesterolo: macrofagi e cellule muscolari che sintetizzano sostanze fibrose.

Livelli elevati di colesterolo nel sangue causano questo processo. Le placche aumentano di dimensione, il che contribuisce ad una maggiore rigidità dei vasi sanguigni e ad una progressiva ostruzione degli stessi. A volte le placche si rompono, formando coaguli di sangue che possono potenzialmente occludere totalmente o parzialmente l'arteria.

Nel corso di queste rotture e trombosi, è possibile rimuovere gli emboli che viaggerebbero attraverso il flusso circolatorio per colpire le arterie più piccole, impedendo così l'irrigazione del tessuto che dipende da loro.

Tutti questi fenomeni danno origine ad una malattia chiamata arteriosclerosi, responsabile di varie condizioni cardiovascolari che, a seconda della localizzazione delle arterie colpite, conosciamo come cardiopatia ischemica.

Il colesterolo presente nel sangue viene trasportato tramite strutture molecolari chiamate lipoproteine.

Possiamo distinguere due tipi principali di lipoproteine: le lipoproteine a bassa densità o LDL (Low Density Lipoprotein), conosciute comunemente anche come colesterolo "cattivo", trasportano l’eccesso di colesterolo dal fegato alle arterie e lo rilasciano nei vasi con conseguente aterosclerosi .

Mentre le lipoproteine ad alta densità o HDL (High Density Lipoprotein), conosciute a loro volta come colesterolo "buono", contribuiscono alla rimozione del colesterolo dal sangue tramite i sali biliari e contribuiscono a proteggere, di fatto, il cuore e i vasi. Il colesterolo totale può essere quindi definito, volgarmente, come la somma di LDL e HDL.

L’aterosclerosi, per fare chiarezza, è la forma di arteriosclerosi nella quale si verifica la presenza di accumuli di colesterolo, detti ateromi, nella parete arteriosa con conseguente perdita di elasticità e indurimento.

Vuoi un integratore naturale e di qualità molto efficace per tenere a bada il colesterolo? Prova il nostro Monocolase!

Quali sono le cause del colesterolo?

Diverse condizioni sono strettamente legate in modo indissolubile allo sviluppo di un colesterolo alto. Tra queste si possono elencare: sovrappesoobesità, un'alimentazione non sana, l'abitudine al fumo, che a lungo termine danneggia i vasi sanguigni e accelera il processo di indurimento delle arterie, e la mancanza di attività fisica.

Alcune malattie metaboliche, come il diabete, sono spesso associate a ipercolesterolemia. Alcuni individui sono invece geneticamente predisposti a sviluppare l'ipercolesterolemia: è una condizione nota come "ipercolesterolemia ereditaria o familiare" ed è associata ad una serie di mutazioni genetiche.

Il profilo lipidico generalmente misura anche i trigliceridi, un tipo di grasso presente in grande quantità nel sangue. Avere un alto livello di trigliceridi può anche aumentare il rischio di malattie cardiache.

Fattori che portano ad una vita malsana come l'inattività, l'obesità e una dieta sbagliata, contribuiscono a sviluppare un colesterolo alto. Probabilmente, anche fattori che non puoi controllare possono avere un ruolo. Ad esempio, il tuo codice genetico potrebbe impedire alle cellule di rimuovere il colesterolo LDL dal sangue in modo efficiente o porterebbe far sì che il fegato produca un aumento eccessivo del colesterolo.

Fattori di rischio del colesterolo

Vediamo ora nello specifico quali sono i fattori che aumentano il rischio di sviluppare il colesterolo cattivo (LDL) sono:

  • Cattiva alimentazione. Mangiare grassi saturi che si trovano nei prodotti animali e grassi trans, che si trovano in alcuni biscotti o, ad esempio, nei popcorn fatti al microonde, possono aumentare il livello di colesterolo. Anche gli alimenti come la carne rossa e i latticini integrali, possono incidere nell'aumento del colesterolo e ad altri sintomi fastidiosi come frequenti mal di testa e stitichezza.
  • Obesità. Il sovrappeso è strettamente correlato alle malattie cardiovascolari ed è associato a fattori di rischio come diabete, stile di vita sedentario o iperlipidemia. Questi fattori associati all'obesità aumentano i nostri livelli di trigliceridi e abbassano il colesterolo "buono".
  • Mancanza di esercizio. L'esercizio fisico ti aiuta ad aumentare il tuo HDL mentre aumenta la dimensione delle particelle che compongono il LDL (colesterolo "cattivo"), rendendolo meno dannoso.
  • Fumo. Il fumo non solo danneggia il tessuto polmonare ma aumenta il rischio di malattie cardiovascolari. Il monossido di carbonio e le diverse sostanze presenti nel tabacco ossidano i grassi nelle arterie come il colesterolo, aumentando le possibilità che si accumulino nelle nostre arterie e che ne provochino un'ostruzione. Allo stesso modo, il fumo abbassa il colesterolo HDL accelerando la formazione di ateroma.
  • Età. Poiché la chimica del tuo corpo cambia con l'età, il rischio di colesterolo alto aumenta. Ad esempio, invecchiando, il fegato è sempre meno in grado di eliminare il colesterolo LDL.
  • Diabete. L'alto livello di zucchero nel sangue contribuisce a livelli più elevati di un colesterolo pericoloso e ad abbassare il colesterolo HDL. L'alto livello di zucchero nel sangue danneggia anche il rivestimento delle arterie.

Complicazioni

Sviluppo dell'aterosclerosi

Il colesterolo alto può causare un pericoloso accumulo di colesterolo e altri depositi sulle pareti delle arterie generando l'aterosclerosi. Questi depositi possono ridurre il flusso sanguigno attraverso le arterie portando a complicazioni come:

  • Dolore al petto. Se le arterie che forniscono sangue al cuore (arterie coronarie) sono colpite, potresti provare dolore al petto (angina pectoris) o avere altri sintomi di malattia coronarica.
  • Attacco di cuore. Se le piastrine si strappano o si rompono, può formarsi un coagulo di sangue nel punto della rottura. Questo coagulo può bloccare il flusso sanguigno o interrompersi e tappare un'arteria. Se il flusso sanguigno viene interrotto potrai avere un attacco di cuore.
  • Incidente cerebrovascolare Simile a un attacco di cuore, un ictus si verifica quando il flusso sanguigno di una parte del cervello è bloccato a causa di un coagulo di sangue.

Prevenzione

I cambiamenti nello stile di vita possono abbassare il livello di rischio e sono gli stessi che possono aiutarti a tenere sotto controllo il livello del tuo colesterolo. Per aiutare a prevenire il colesterolo alto, puoi fare quanto segue:

  • Segui una dieta a basso contenuto di sale che dia la priorità a frutta, verdura e cereali integrali
  • Limita i grassi animali e usa quelli buoni ma con moderazione
  • Perdi peso e mantieni un peso forma
  • Smetti di fumare
  • Fai esercizio quasi tutti i giorni della settimana per almeno 30 minuti
  • Se bevi alcolici, fallo con moderazione
  • Controlla il livello di stress.

Diagnosi

Il colesterolo alto può essere diagnosticato solo attraverso un semplice esame del sangue. Sarà in questo modo possibile controllare i livelli di colesterolo totale, colesterolo LDL e colesterolo HDL. I valori sono espressi in milligrammi per decilitro e sono stati associati a gradi differenti di rischio cardiovascolare.

Mentre sono auspicabili livelli bassi di colesterolo totale e di colesterolo LDL, sono accettati livelli più elevati di colesterolo HDL.

Post vecchi
Post Nuovi

Lascia un commento

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
Chiudi (esc)

Popup

Use this popup to embed a mailing list sign up form. Alternatively use it as a simple call to action with a link to a product or a page.

Age verification

By clicking enter you are verifying that you are old enough to consume alcohol.

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto
Acquista i prodotti
×
Welcome Newcomer