Rimedi naturali contro le gambe gonfie: Mirtillase

Più di quante si possa pensare sono le donne che ogni giorno accusano problemi legati al gonfiore delle gambe, che tendono a diventare dolenti e pesanti soprattutto il particolari momenti della giornata. Le motivazioni di questa condizione possono essere il caldo eccessivo se parliamo di episodi sporadici, oppure alcune abitudini di vita non troppo salutari, come un'alimentazione povera dei sali minerali e delle sostanze essenziali, il fumo, gli ormoni non troppo stabili e la quasi totale assenza di sport e movimento.

Da questi fattori deriva il malfunzionamento del sistema linfatico, che si manifesta appunto negli arti inferiori soprattutto all'altezza di polpacci e caviglie. Si tratta di una rete di vene e capillari che agisce contemporaneamente a quella circolatoria e si occupa di eliminare le tossine dal corpo attraverso una sostanza chiamata linfa, che passando raccoglie tutti gli scarti prodotti dalle cellule.

Se la situazione diventa ogni giorno più fastidiosa, non è necessario ricorrere a presidi medici chimici ma è possibile cercare di arginarla o lenirla servendosi di alcuni metodi naturali ancora oggi decisamente validi, che derivano dalla tradizione o sono stati messi a punto di recente.

Le conseguenze delle gambe gonfie

Oltre all'indolenzimento più o meno persistente, che può tramutarsi in vero e proprio dolore, le gambe gonfie peggiorano notevolmente il ristagno dei liquidi, dando vita a quella che viene definita ritenzione idrica.

Questa si manifesta attraverso la nota pelle a buccia d'arancia, caratterizzata da buchi e avvallamenti nella zona degli arti inferiori dovuti all'intrappolamento di un'eccessiva quantità d'acqua all'interno dei tessuti.
Soprattutto in estate e a causa del caldo e dell'afa la situazione tende notevolmente a peggiorare, perché i liquidi tendono a convergere verso il basso e rendere le gambe decisamente più pesanti, soprattutto al termine di una giornata trascorsa per la maggior parte del tempo seduti.

Integratori per Gambe Gonfie

Vuoi conoscere un ottimo prodotto per problemi di gambe gonfie? Il migliore integratore sgonfiante è sicuramente Mirtillase Agolab.
gambe gonfie integratore

Grazie alla sua potente concentrazione Mirtillase Forte ti aiuta a:

  • Migliorare la salute della circolazione sanguinea e il microcircolo 
  • Drenare i liquidi corporei e la ritenzione idrica
  • Alleggerire la pesantezza delle gambe

 

Migliorare le proprie abitudini di vita per combattere le gambe gonfie

Oltre ad utilizzare sostanze del tutto naturali e dalle proprietà drenanti, il primo passo da compiere per limitare il gonfiore alle gambe è modificare il proprio stile di vita. Via libera quindi all'attività fisica ogni giorno, come una sana camminata, una corsa o della ginnastica più intensa, che possa stimolare il sistema circolatorio e linfatico ad intraprendere un'azione più regolare.

Anche le piccole situazioni quotidiane possono risultare d'aiuto, come ad esempio utilizzare le scale al posto dell'ascensore o alzarsi periodicamente dalla propria postazione di lavoro per non consentire ai liquidi di ristagnare.

Gambe gonfie cosa mangiare?

Per quanto riguarda la dieta, questa dovrebbe essere povera di zuccheri, grassi e carboidrati raffinati, evitando del tutto i prodotti industriali e confezionati come le merendine, ricche di grassi saturi.

Se vedete che nonostante un'alimentazione migliore il problema tende a mantenersi costante o aumentare, potrebbe essere utile effettuare dei test per le intolleranze, così da capire se ci sono dei cibi che possono acuire il malessere degli arti inferiori.

Infine, squilibri ormonali costanti o dovuti ad alcune fasi della vita, come la gravidanza e la menopausa, sono in parte responsabili della pelle a buccia d'arancia e andrebbero affrontati con l'aiuto di un medico.

Utilizzare rimedi naturali contro le gambe gonfie

Se vi accorgete che la sensazione di pesantezza e dolore alle gambe non è solo una condizione transitoria ma tende a presentarsi nel tempo e in differenti condizioni è giunto il momento di correre ai ripari.

Servirsi dei metodi naturali può rivelarsi una valida soluzione, poiché esistono sostanze non chimiche che possono andare ad agire sul sistema linfatico e ridurre l'accumulo dei liquidi tra i tessuti.

La maggior parte di queste non provoca alcun effetto collaterale all'organismo, come invece potrebbe accadere con le classiche medicine creare in laboratorio.

gambe gonfie erbe naturali

I rimedi diuretici possono essere applicati nel breve o lungo termine, portando con il passare dei giorni numerosi benefici che permettono di ritrovare gambe leggere e vitali per tutta la giornata. Vediamo quindi esattamente quali sono i migliori rimedi che possono lenire la pesantezza degli arti inferiori:

- Le foglie di nocciolo

Si tratta di una pianta perfetta per ridurre il gonfiore che tende a localizzarsi all'altezza delle ginocchia, ricco di sali minerali come il magnesio e il potassio e dotato di proprietà drenanti e soprattutto sgonfianti.
Nel giro di qualche tempo le vostre gambe appariranno più snelle e lisce, la grana della pelle maggiormente regolare e priva degli avvallamenti tipici della cellulite.

In erboristeria è possibile acquistare le foglie già sminuzzate, da tenere in infusione per qualche minuto e bere come se si trattasse di una tisana. Se l'operazione viene ripetuta ogni sera è possibile osservare i primi risultati dopo alcune settimane, servendosi di un elemento che depura l'intero organismo a apporta elementi importanti alle cellule.

L'unica accortezza è quella di chiedere consiglio al medico in caso di gravidanza, per evitare possibili controindicazioni.

- La betulla

Se il problema principale che affligge i vostri arti inferiori è la cellulite o la ritenzione idrica, questa pianta depurativa della quale si utilizzano tutte le parti fa esattamente al caso vostro. L'estratto da bere si ottiene dalla linfa e e deve essere bevuto puro prima di fare colazione oppure assunta in gocce leggendo attentamente le dosi sul foglietto illustrativo, che dipendono dal peso e dalle necessità.

Il suggerimento è quello di non associare la sua azione con quella di veri e propri farmaci diuretici, poiché in rarissimi casi si sono presentati episodi di edema renale e insufficienza cardiaca.

- La centella

Vegetale di origine asiatica, si occupa di regolare l'attività venosa prevenendone l'insufficienza e andando a limitare l'effetto a buccia d'arancia presente sulle gambe, così come dimostrano studi scientifici ormai comprovati
.
Molte creme anticellulite si basano proprio su questa sostanza che, se assunta regolarmente nella sua forma originaria, consente di ottenere risultati decisamente notevoli nel breve termine, soprattutto se applicata attraverso appositi massaggi per attivare la circolazione.

Gli edemi più o meno estesi vengono limitati, così come la cellulite nelle zone critiche del corpo.

Le persone che soffrono di diabete o le donne in stato di gravidanza devono tuttavia porre molta attenzione al suo impiego, poiché potrebbe comportare effetti collaterali più o meno significativi.

- Il sorbus

Il periodo della menopausa è caratterizzato da numerosi cambiamenti del corpo, causati dallo squilibrio ormonale presente in questa fase di passaggio.

Se in questo momento della vita il gonfiore alle gambe si presenta in maniera costante, questa pianta aiuta a combattere il senso di pesantezza e riattiva il sistema linfatico andando ad agire sugli edemi presenti.

Il ristagno di liquido sarà molto meno evidente, il dolore tenderà a sparire e la pelle apparirà subito più tonica e liscia.
Parliamo di un rimedio omeopatico che deve essere diluito in acqua e non presenta particolari controindicazioni ad oggi rilevate.

- Il tarassaco

La costipazione potrebbe essere un ulteriore fattore che determina il gonfiore alle gambe.
Come dimostrato dalla ricerca del Tai Sophia Institute (USA) utilizzare il tarassaco significa servirsi di un elemento altamente drenante e purificante, che tende ad eliminare le tossine e migliorare la funzionalità epatica, così che il suo filtraggio possa avvenire nel migliore dei modi.

Viene pertanto impiegato quando si consumano pasti troppo abbondanti o ricchi di sale, sostanza che alimenta la cellulite se assunta in maniera eccessiva.

In erboristeria troverete l'estratto secco da prendere dopo cena ma anche la radice, da far bollire per qualche minuto e consumare come una tisana.

- I frutti rossi

Oltre alle proprietà antiossidanti, i frutti rossi sono l'ideale per combattere gli edemi e il ristagno di liquidi, poiché possiedono una sostanza chiamata antocianina che va ad agire direttamente sul microcircolo.

Una macedonia composta da lamponi, fragole, more e melograno, inoltre, non è solo salutare ma anche fresca e gustosa, perfetta per essere consumata in estate come spuntino.

- Il cavolo

Nonostante l'odore non sia dei migliori, procedere la sera con degli impacchi realizzati con foglie di cavolo lasciate a macerare nell'acqua borica potrebbe rivelarsi un valido aiuto contro la ritenzione idrica.

Si crea pertanto una sorta di bendaggio da applicare sulla zona per circa 45 minuti, ogni giorno con regolarità.

- L'aceto di mele

I ferro e i minerali contenuti al suo interno aiutano la sostanza ad interagire in profondità con gli arti inferiori ed eliminare crampi notturni e gonfiore.

- Doccia fredda

Se avete l'esigenza di sgonfiare in fretta le gambe servirsi di un getto d'acqua fredda potrebbe rivelarsi il rimedio più veloce, poiché possiede proprietà rassodanti. Se poi nel contempo effettuate una sorta di scrub con il sale grosso l'effetto sarà certamente massimizzato e soprattutto duraturo nel tempo.

A fasi alterne potete regolare la temperatura verso il caldo, creando un utile shock termico agli arti inferiori.

Post vecchi
Post Nuovi

Lascia un commento

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
Chiudi (esci)

Popup

Age verification

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto
Acquista i prodotti
×
Welcome Newcomer