Candida vaginale rimedi e prevenzione

La candida vaginale è sicuramente una delle infezioni più odiate dal mondo femminile a causa della sua fastidiosità e dell'imbarazzo che spesso provoca nelle donne.
Ma partiamo dai fondamentali e capiamo cos'è la candida vaginale.

Candida vaginale: cos'è

La candida vaginale, come detto poco prima, non è nient'altro che un infezione all'organo genitale femminile.

L'infezione è causata dal fungo da cui prende il nome: il "Candida albicans" il quale è un semplice batterio che vive nella nostra flora batterica e che specialmente ama stare in luoghi umidi e caldi proprio come i genitali.

Di per se il batterio può essere considerato buono, ma in presenza delle condizioni adatte fa in modo che venga infettata la zona genitale.
Quindi passiamo alle cause che realmente causano la candida.

Candida vaginale: cause

Le condizioni ideali più comuni per il proliferarsi del fungo sono le seguenti:

  • cattiva igiene intima
  • utilizzo di prodotti di cattiva qualità
  • gravidanza
  • rapporto con un uomo portatore di candida
candida vaginale integratore donna

Candida vaginale: sintomi

La candida vaginale può presentare diversi sintomi inconfondibili:

  • Prurito nella zona intima
  • Presenza di una fuoriuscita bianca inodore
  • Se la candida si presenta in maniera acuta possono esserci chiazze rosse all'esterno della parte genitale
  • Affaticamento
  • Gonfiore e irritazione intestinale

Candida vaginale: diagnosi

La diagnosi di una candida vaginale è molto semplice, di fatti il medico dovrà solo risalire ai sintomi della paziente e valutare la sua storia clinica.
Nel caso in cui dovrebbe risultare delle complicanze il medico potrebbe richiedere un tampone vaginale e l'analisi delle urine e del sangue.

Principalmente si ricorre a queste analisi se non si è sicuri che l'infezione si è realmente candida o nei casi in cui i sintomi della candida sono molto gravi e anche ricorrenti.

Candida vaginale: come si cura

La candida può essere curata attraverso l'uso di farmaci antimicotici, grazie a una terapia locale applicata con uso di creme, le quali aiuta le donne che soffrono di candida vaginale non ricorrente.

Se, invece, una donna soffre di candida in maniera ricorrente potrebbe dover ricorrere all'uso di farmaci antimicotici assunti per via orale, per un lungo periodo di tempo.

Prima cosa: cura la tua pulizia personale

La cura con farmaci antimicotici è sicuramente fondamentale, ma se una donna vuole totalmente guarire dalla candida deve prima di tutto curare la sua igiene personale e intima.

In questo modo il fungo non troverà un luogo adatto in cui proliferare e verrà debellato e inoltre la cura della propria igiene è una pratica che bisogna sempre tenere attiva anche dopo l'eventuale guarigione per far si che ne venga prevenuto un possibile secondo caso.

Stop ai rapporti sessuali

Un altro tassello fondamentale della cura della candida è l'astensione verso i rapporti sessuali.
Nonostante l'uso del preservativo, il rapporto è ugualmente sconsigliato a causa dei possibili imprevisti che potrebbero accadere e inoltre i farmaci antimicotici potrebbero rovinare e danneggiare il preservativo.

integratore naturale per cistite

-> Leggi anche "Semi di pompelmo proprietà per cistite"

Rimedi naturali candida vaginale

Cosa mangiare?

Prima di tutto dobbiamo evitare di avere un'alimentazione non sana e scorretta, la quale aiuterebbe soltanto la diffusione del fungo, quindi tutto ciò che ha zuccheri raffinati va evitato, cosi come i cibi lievitati e di difficile digestione.

Assunzione di probiotici Agolab

In secondo luogo dovremo aiutare la nostra flora batterica a ripristinare il proprio ordine attraverso l'assunzione di probiotici.

Questo integratore naturale AgoLab - Nutraceutica, un nuovo marchio tutto italiano composto da un team di dottori laureati in Scienze della Nutrizione Umana e Farmaceutica.

La novità di Probiofive Forte sta nella selezione degli antichi probiotici buoni coltivati a terra, ossia, provenienti da terre non contaminate.

SCOPRILO ORA

Olio tree oil

Un altro metodo di cui si è sentito molto discutere negli ultimi tempi, è l'olio tree oil. Una cura del tutto naturale che attraverso l'uso di un'olio combatte l'infezione.

    Aceto di mele

    Non ci crederai, ma anche l'aceto di mele può aiutare contro la lotta alla candida grazie alla sua capacità di impedire ai batteri di insediarsi all'interno della vagina.

    Clistere naturale

    Come abbiamo visto nello scorso articolo, il clistere è un ottimo rimedio naturale riequilibratore per molti problemi e offre tanti benefici

    Bicarbonato

    Anche il bicarbonato risulta come uno delle migliori strategie contro la candida. Difatti, come l'aceto di mele, rende ostile il proliferarsi dei batteri.

    Olio di chiodi di garofano

      L'olio di chiodi di garofano, a differenza delle altre soluzioni, disinfetta la parte d'interesse e diminuisce il prurito.

       

        Come prevenire la candida vaginale

        Per prevenire la candida vaginale la donna deve:

        • avere cura della propria igiene personale,
        • evitare rapporti con persone che potrebbero essere infette
        • e asciugare le parti intime in modo corretto, sempre.

        Alimentazione e prevenzione della candida

        Anche nella lotta alla candida vaginale l'alimentazione può essere di grande aiuto. Un'alimentazione sana e corretta stabilizza la nostra flora intestinale e fa si che nessun tipo d'infezione possa sopraggiungere.

        Ora ti elencherò tutti i cibi che potrebbero fare davvero la differenza contro una candida vaginale:

        • Yogurt al naturale
        • Cereali integrali
        • Pesce
        • Olio extravergine d'oliva
        • Frutta (arance, pesche, mele, fragole e frutti di bosco)
        • Aglio, anche se non piacerà a molte
        • Carciofi
        • Piselli
        • Lenticchie
        • Zenzero
        • Cannella.

          Candida vaginale come vestirsi

          Come detto precedentemente per far si che il fungo si diffonda deve trovare un'ambiente adatto che gli permetta di fare questo.

          Se utilizziamo un abbigliamento non adeguato possiamo addirittura favorire questa situazione e aiutare il batterio stesso a diffondersi e moltiplicarsi.
          Per evitare che ciò accada bisogna evitare l'utilizzo di materiali potrebbero intrappolare tutta l'umidità e quindi rendere le zone intime terreno fertile per il fungo.

          Quindi, seguendo questo ragionamento, sono da evitare tessuti formati da materiali sintetici (nylon) che non fanno passare l'umidità, ma anzi la intrappolano ancora di più.

          A differenza dei tessuti sintetici, i tessuti come il cotone sono una vera e propria manna del cielo per chi soffre di candida.
          Questa tipologia di tessuti, garantisce freschezza alle parti genitali ed evita che il fungo possa diffondersi.

          Comunque sia, a prescindere dal tessuto, sono molto sconsigliati vestiti e abiti che siano troppo stretti e attillati, questi accentuano molto la sudorazione e l'eccessiva umidità che potrebbe crearsi, dopo aver indossato vestiti e indumenti che comportino questa situazione bisogna asciugare le zone intime nel miglior modo possibile per evitare spiacevoli inconvenienti.

          Lo stesso discorso, vale soprattutto se vengono indossati capi bagnati, a maggior ragione in queste situazione la donna deve subito asciugarsi e sostituire i vestiti bagnati con altri più asciutti.

          Candida vaginale durata

          Ovviamente, il tempo per cui si può protrarre la candida varia da soggetto a soggetto, però solitamente nella maggior parte dei casi in cui la candida viene curata nel modo adeguata e subito, quest'ultima non si spingerà oltre una o due settimane.
          Si parla di una o due settimana solo se viene curata tempestivamente, ma nel caso l'intervento non sia tempestivo bisognerà rivolgersi a un medico per intraprendere una cura adatta.

          Candida vaginale conseguenze

          Dopo aver avuto la candida quasi tutte le donne non riscontrano anomalie o fastidi successivamente.
          La possibilità di avere delle maggiore complicanze dopo aver avuto la candida sta solo nel fatto che quest'ultima potrebbe ripresentarsi in modo ricorrente.

          Post vecchi
          Post Nuovi

          Lascia un commento

          Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

          Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
          Chiudi (esci)

          Popup

          Age verification

          Cerca

          Carrello

          Il tuo carrello è vuoto
          Acquista i prodotti
          ×
          Welcome Newcomer