Rimedi della nonna per bloccare la diarrea

La diarrea (o dissenteria) è un disturbo molto comune negli adulti, le cui cause possono essere molteplici e di diversa natura.
Non si tratta di una malattia, ma di un sistema di autodifesa dell'organismo che ci segnala che qualcosa non va e lo manifesta attraverso scariche frequenti dalla consistenza fluida.

La diarrea può dare molta spossatezza, oltre al comune mal di pancia, e per ovviare a questo malessere generale spesso si ricorre a farmaci molto forti, che potremmo evitare di assumere a favore di rimedi 100% naturali.
Prima di illustrare quali sono questi rimedi, analizziamo meglio cos'è la diarrea e quali sono le cause più o meno comuni che possono provocarla.

Cos'è la diarrea e quali sono le cause

Come abbiamo accennato nell'introduzione al nostro articolo, la diarrea non è una malattia, ma un campanello di allarme: il nostro sistema immunitario ci sta dicendo che è stato minacciato da un batterio, un virus o un parassita, e l'intestino, con l'intento di eliminare questa minaccia, lo fa attraverso le feci.

Nella maggioranza dei casi, la diarrea si risolve in pochi giorni, in quanto il nostro corpo riesce a liberarsi del tutto della sostanza irritante e torna da solo a svolgere le sue funzioni nella totale normalità, senza il bisogno di assumere farmaci.
Tuttavia, alle volte i sintomi legati alla diarrea sembrano proprio non volerci abbandonare: in quel caso sarà fondamentale rivolgersi al proprio medico curante per comprendere le reali cause di tale malessere e trovare una cura appropriata.

La diarrea cronica

Può succedere infatti, che una apparentemente semplice diarrea nasconda in realtà delle patologie più complesse, che solo con l'aiuto di un esperto potremo individuare.

Quando infatti il disturbo persiste per intere settimane, o addirittura mesi, si parla proprio di diarrea cronica. Le cause principali sono spesso da ricercare nelle intolleranze alimentari, e quindi nella celiachia, nell'intolleranza al lattosio (gli zuccheri del latte) oppure alla caseina (le proteine del latte).

Anche l'abuso di farmaci, soprattutto dei cosiddetti FANS, ovvero gli antinfiammatori non steroidei, può causare la diarrea cronica.

Nei casi peggiori, può nascondere patologie autoimmuni, come il morbo di Crohn o la colite, i quali richiedono cure appositamente valutate e prescritte dallo specialista. Se invece si tratta di una diarrea comune, che si risolve quindi in pochi giorni, allora si può pensare che il fattore scatenante sia stata l'assunzione di cibi e bevande contaminati o avariati, oppure un'infezione batterica.

Per accelerare il processo di guarigione, in questi casi è preferibile ricorrere a dei rimedi 100% naturali. Vediamoli insieme.

Rimedi della nonna per bloccare la diarrea

Acqua tiepida e limone per una tisana depurativa

Dopo aver osservato un digiuno per almeno 12 ore, in modo da dare all'organismo il giusto tempo per disintossicarsi, possiamo iniziare ad introdurre alimenti leggeri, come del riso bollito e del pesce magro, e sarà molto importante bere per reidratarsi.
Per non affaticare l'organismo, è bene non introdurre liquidi freddi, ma preferire acqua a temperatura ambiente o, ancora meglio, delle tisane calde.

Dal forte potere astringente, una tisana con acqua tiepida e limone, potrebbe rivelarsi un vero e proprio toccasana: il limone, infatti, è ricco di proprietà antibatteriche ed antivirali, oltre alla sua nota azione sulla permeabilità delle cellule del tratto gastrointestinale.
Basterà scaldare dell'acqua fino a 40 gradi circa, riempirne una tazza e aggiungere mezzo limone spremuto, per beneficiare di una bevanda dall'effetto rilassante sulle mucose dell'intestino, specialmente se bevuta a digiuno.

Lo zenzero, ideale contro nausea e vomito

Un altro rimedio naturale per contrastare la diarrea è rappresentato dallo zenzero, una pianta erbacea conosciuta per le sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

Lo zenzero contiene i principi attivi zingiberene e gingerolo, i quali servono a rigenerare la flora batterica, e funzionano come dei veri e propri anti-vomito e anti-nausea.

In quei casi infatti in cui, oltre alla diarrea, si presenti anche il vomito, come per esempio nella colite, l'assunzione di zenzero aiuterà molto nella riduzione dell'alterazione della motilità gastrica, favorendo la digestione.

Per preparare una tisana allo zenzero, basterà versare in una tazza di acqua bollente un cucchiaino di zenzero essiccato in polvere, o di zenzero fresco grattugiato, lasciare in infusione per 10-15 minuti, filtrare la bevanda e berla ancora ben calda.

Camomilla, l'antinfiammatorio per eccellenza

Un rimedio totalmente antinfiammatorio è poi la camomilla, specialmente indicata quando la diarrea è causata da infiammazioni patologiche, come nel morbo di Crohn o nella colite.

La camomilla si trova comunemente in bustine sia sotto forma di camomilla solubile che setacciata, tuttavia sono da preferire i fiori essiccati, da lasciare in infusione in acqua bollente per ottenere una tisana dalle proprietà calmanti, digestive e antinfiammatorie.

È convinzione comune che la camomilla sia solamente la perfetta alleata del sonno, viste le sua azione moderatamente sedativa, ma non molti sanno che invece la camomilla è uno dei metodi più antichi per combattere infezioni e infiammazioni allo stomaco e all'intestino.
I fiori di camomilla sono dei veri e propri miorilassanti naturali, ideali contro la cattiva digestione e tutti quei malesseri che coinvolgono lo stomaco e l'intestino come la diarrea e la sindrome dell'intestino irritabile.

Rosa Canina per fare il pieno di vitamina C

La Rosa Canina è una rosa selvatica che rappresenta un altro prezioso rimedio contro la diarrea in quanto, straordinariamente ricca di tannini, svolge una forte azione astringente sulle mucose dell'intestino.
Oltre infatti ad essere utilizzate per alleviare i dolori muscolari e articolari, le sue bacche di colore rosso acceso sono ricche di vitamina C e B, rafforzano il sistema immunitario ed hanno proprietà antinfiammatorie e depurative.

La Rosa Canina è quindi un ottimo rimedio nella stimolazione delle difese immunitarie, in grado di aiutare quindi il nostro organismo a reagire positivamente in presenza di batteri e virus ed a guarire velocemente.

La forte presenza di vitamina C nella rosa canina, che si è calcolato essere circa 34 volte superiore a quella degli agrumi, stimola la produzione di linfociti, i quali proteggono il nostro organismo dalle infezioni.

Così come abbiamo fatto con la camomilla e lo zenzero, anche con la rosa canina possiamo preparare delle tisane dalle proprietà antidiarroiche e astringenti, lasciando in infusione un cucchiaino di bacche in acqua calda per una decina dei minuti, quindi filtrare e bere.

Leggi anche "Dieta contro la diarrea, cosa mangiare?"

Ortica: un potente vasocostrittore per la diarrea cronica

L'ultimo metodo antidiarroico naturale da ricordare è rappresentato dall'ortica, una pianta molto versatile contenente i flavonoidi, che svolgono un'importante azione sui capillari ed i vasi sanguini L'ortica è una infinita miniera di sali minerali, come potassio, calcio, ferro, fosforo, manganese e vitamine B, C, D e K.

La presenza di flavonoidi, noti per le loro proprietà vaso-costruttive, fa sí che questa pianta sia particolarmente indicata nei casi di diarrea cronica in cui si registrino anche perdite di sangue.

Con le foglie di ortica si potrà preparare una tisana seguendo lo stesso procedimento utilizzato nei rimedi descritti precedentemente: anche qui, in caso di irreperibilità delle foglie fresche, puoi sempre acquistare l'ortica essiccata.

Esistono quindi numerosi rimedi naturali per combattere la diarrea, senza ricorrere all'utilizzo di farmaci aggressivi.
Le tisane sono di facile esecuzione e potremo scegliere quale preparare anche in base al nostro gusto personale, oltre che alle proprietà specifiche di ogni pianta.

Ricordiamo sempre che è meglio evitare di assumere zucchero, sia esso bianco che di canna, quando si soffre di diarrea, per cui se si ha la necessità di dolcificare le bevande naturali, sarà bene utilizzare del miele o, ancora meglio, la stevia.
La stevia non contiene infatti dei veri zuccheri, e per questo dolcifica senza però apportare calorie, né alzare drasticamente la curva glicemica.

Post vecchi
Post Nuovi

Lascia un commento

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
Chiudi (esci)

Popup

Age verification

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto
Acquista i prodotti
×
Welcome Newcomer