Legumi e pancia gonfia, come evitare il problema?

Uno dei problemi principali che spesso colpiscono la maggior parte delle persone sembra essere legato al gonfiore e alla pancia gonfia. Responsabili in generale di provocare questa situazione sono soprattutto i legumi, come fagioli, ceci, piselli, fave e lenticchie.

Nonostante infatti essi siano ricchi di vitamine, sali minerali, fibre e proteine, contengono anche un particolare tipo di zucchero, chiamato oligosaccaride che il genere umano non è in grado di digerire completamente.

Questo problema potrebbe apparire banale ma in realtà non lo è in quanto l'alimentazione dovrebbe solamente contribuire a far stare bene la singola persona e a trovare un proprio equilibrio.

Legumi e pancia gonfia: quali sono le cause?

Nel momento in cui si mangiano i legumi, gli oligosaccaridi arrivano nell'intestino praticamente intatti. Alcuni batteri presenti nella flora intestinale sono in grado tuttavia di frammentali ma l'intero processo rischia di produrre delle sostanze di scarto. Sono proprio quest'ultime a provocare il fatidico gonfiore.

Per evitare che questa situazione si verifichi ogni volta che si mangiano i legumi occorre prestare attenzione ad una serie precisa di caratteristiche.

In primis bisogna selezionare solamente i prodotti giusti ovvero quelli che sono più semplici da digerire. Ne sono un esempio i legumi decorticati, le lenticchie, i piselli e i fagioli cannellini e borlotti.

L'intestino per abituarsi ai legumi ha bisogno tuttavia di parecchio tempo.
Per questo sarebbe bene evitare di mangiarne direttamente 150 grammi, preferendo invece all'inizio semplicemente due o tre cucchiai.

Le quantità potranno poi venire aumentante con il corso delle settimane.

I legumi inoltre devono essere passati per eliminare la buccia, responsabile di creare problemi di gonfiore. Per farlo potrebbe essere sufficiente inserirli nelle salse per la pasta, minestre o creme spalmabili in modo da conservarle in frigorifero.

Allo stesso tempo i fagioli così come i piselli e i ceci devono restare alcune ore in ammollo per andare ad eliminare quelle che sono tutte le sostanze che potrebbero andare ad interferire con la digestione.

Con questo metodo sarà possibile facilitare la cottura ma prima di cuocerli devono essere risciacquati velocemente con l'acqua corrente.

Un'ottima alternativa giunge dai legumi in scatola. Questi barattoli permettono infatti di facilitare il loro consumo ma prima di mangiarli è importante eliminare il liquido di governo.

-> Leggi l'articolo su "cosa mangiare per andare in bagno prima"

Allungare la cottura dei legumi per renderli digeribili

I legumi possono divenire più digeribili per mezzo di un'adeguata cottura.
Prestando attenzione così alle indicazioni riportate sulla confezione bisognerebbe evitare di cuocerli per poco tempo altrimenti si rischia di non eliminare gli zuccheri responsabili del gonfiore.

E' importante inoltre non consumarli freddi perché tramite il raffreddamento gli amidi presenti nei legumi diventano più resistenti e molto più difficili da digerire.

Per mangiarli caldi potrebbe essere sufficiente scaldarli qualche minuto nel microonde.

Nel caso in cui tutti questi accorgimenti non dovrebbero dimostrarsi sufficienti per eliminare il gonfiore le cause potrebbero essere da ricondurre nella richiesta da parte del corpo di più tempo prima di abituarsi ai legumi.

La situazione potrebbe dipendere tuttavia anche da un eccessivo consumo di fibre durante il pasto.

Nelle situazioni più disperate si rischia di andare incontro ad una vera e propria compromissione dell'intestino.

Per avere maggiori sicurezze ed evitare l'insorgere frequente del problema, potrebbe rivelarsi utile parlane con il proprio medico.

I legumi possono venire consumati come un classico secondo piatto oppure per uno snack proteico.

Per mangiarli non è necessario diminuire le porzioni di pasta e pane in quanto contengono una buona percentuale di proteine.

Grazie ai legumi sarà possibile avvertire un senso di sazietà maggiore, per via della presenza di fibre e carboidrati e in questo modo si potrà diminuire in modo graduale le porzioni dei pasti successivi.

 

->> Leggi l'articolo con la lista dei "cibi che aiutano a sgonfiare la pancia"

ARIA NELLA PANCIA RIMEDI NATURALI E PRODOTTI EFFICACI AGOLAB

Come abbiamo visto, è molto più pratico, utile e veloce rivolgersi a integratori naturali specifici per la stitichezza come Seilax e Probiofive Forte.

Grazie all’assunzione di questi prodotti, il corpo può assimilare dosi più alte di fibre e probiotici (che gli alimenti non possono darti) e dare una risposta molto più immediata (migliori la stipsi a lungo termine e arricchisci il tuo organismo di benefici).

Questi due integratori naturali sono della AgoLab - Nutraceutica, un nuovo marchio tutto italiano composto da un team di dottori laureati in Scienze della Nutrizione Umana e Farmaceutica.

 

Vediamo i prodotti nel dettaglio:

SEILAX - INTEGRATORE EFFICACE CONTRO LA STITICHEZZA

Seilax combatte la costipazione cronica e occasionale unendo ben 6 principi attivi naturali in una formula naturale ben bilanciata, armoniosa con risultati già nelle prime settimane di assunzione.

Gli ingredienti della formula Seilax

  • Aloe vera (Principio Attivo: Enzimi, Steroli)

L'Aloe Barbadensis Miller, è una pianta perenne, famosa per indurre un effetto lassativo del tutto naturale stimolando i moti intestinali.

  • Cascara (Principio Attivo: Antrachinoni)

La Cascara Sagrada (chiamata comunemente corteccia sacra) fa parte della grande famiglia dei lassativi antrachinonici, derivanti dagli elementi che contribuiscono alla pigmentazione delle piante. La Cascara mira soprattutto al benessere dell’intestino crasso, aumentando di gran lunga la peristalsi.

  • Finocchio (Principio Attivo: Vitamina, Flavonoidi)

Quante volte hai sentito dire che per sgonfiare la pancia bisogna mangiare finocchio? Il potere sgonfiante di questa pianta è famoso. È utilizzato come ingredienti principale nei migliori prodotti naturali per risolvere la stipsi per le sue spiccate proprietà digestive e depurative. Contrasta la formazione di aria nell’intestino e può aiutare molto anche in caso di coliche

  • Frangula (Principio Attivo: Frangulina, Glicosidi Antrachinonici)

Sostanza di riferimento per la battaglia contro la costipazione. Il segreto sta nella corteccia della Frangula: ha la capacità di rimpolpare il tessuto muscolare delle fibre intestinali, favorendo l’impulso alla defecazione.

  • Rabarbaro (Principio Attivo: Sali minerali, Glucosidi Antrachinonici)

Il Rabarbaro è composto quasi del tutto da acqua. Si tratta di un concentrato naturale di liquidi, fibre, proteine, vitamine (dei gruppi A, B, C, D, K e J) nonché di minerali fra cui il magnesio, famoso per stimolare l’evacuazione.

  • Passiflora P(Principio Attivo: Alcaloidi Armanici, Flavonoidi)

Questa pianta nota per le sue proprietà calmanti e rilassanti, aiuta a lenire non solo le cause fisiche della stitichezza ma anche quelle mentali date da stress e nervosismo. Questi i 6 principi attivi fondamentali della formula che compone Seilax. In più, l’integratore è privo di glutina, lattosio e zucchero. Può essere assunto senza problemi anche dai vegani.

SCOPRILO ORA

Seilax benefici

Seilax è ottimo non solo per migliorare gli stati di costipazione occasionale e cronica ma anche per migliorare la salute generale di tutto l’organismo con un effetto depurante e detossificante. Ecco alcuni dei principali benefici:

  • Intestino regolarizzato
  • Riduzione di crampi o tensione addominali
  • Zero gas intestinale, addio pancia a mongolfiera
  • Digestione migliorata
  • Sensazione di depurazione e pulizia dell’organismo
  • Leggerezza

COME ASSUMERE SEILAX

Una confezione di Seilax contiene 50 capsule. Si consiglia di assumere 2 capsule al giorno con un bicchiere d’acqua (le capsule vanno prese tutte due in una sola volta, meglio se la sera prima di andare a letto). Si può assumere Seilax tutti i giorni in modo continuativo oppure a cicli di mesi soprattutto se i sintomi della stitichezza sono spariti.

Costo Seilax

Una confezione da 50 capsule di Seilax si trova in sconto speciale con 40% in meno, per un periodo limitato, a 14,90€ invece di 24,90€ sul sito ufficiale della ditta.

 Leggi anche l'articolo "Stitichezza e nausea cause e collegamenti"

PROBIOFIVE FORTE PROBIOTICO DI QUALITÀ

Questo secondo prodotto dell’AgoLab è uno dei migliori integratori di probiotici presenti sul mercato. Cosa lo rende uno dei preferiti dagli utenti?

Di norma, i probiotici (i batteri buoni per la salute della nostra flora intestinale) vengono assorbiti dal corpo dagli alimenti.

Alimenti che in passato venivano coltivati in modo naturale, col vecchio metodo dei contadini, senza additivi chimici. Invece, adesso, non sappiamo mai cosa davvero ingeriamo perché anche gli ortaggi, la frutta e i cibi che provengono direttamente dalla terra potrebbero essere “contaminati” da pesticidi e additivi per il trattamento del terreno coltivato.

La novità di Probiofive Forte sta nella selezione degli antichi probiotici buoni coltivati a terra, ossia, provenienti da terre non contaminate.

SCOPRILO ORA

INGREDIENTI

La maggior parte degli altri integratori di probiotici utilizzano formule di ceppi batterici economici, deboli, che muoiono prima di arrivare nell’intestino e rinnovarne la flora.

Questo prodotto, invece, ha scelto i migliori ceppi di probiotici stabili e duraturi, che sopravvivono agli acidi gastrici e arrivano intatti nel’intestino. Ecco i migliori 4 ceppi di batteri buoni in Probofive Forte (5 miliardi di probiotici):

  • Lactobacillus acidophilus
  • Termofilo di staphyloccoccus
  • Lactobacillus rhnnosus
  • Saccharomyces boulardii
  • Inulina (uno zucchero che serve a nutrire i batteri)

BENEFICI

Lo squilibrio dei batteri della tua flora intestinale è spesso la causa principale di stitichezza, gonfiore, sensazione di pesantezza, ecc. L’assunzione di questi specifici probiotici, invece, ti aiuta a riequilibrare tutta la flora intestinale e liberarti dai problemi legati alla stipsi cronica od occasionale.

Ecco i suoi benefici principali:

  • Riduce il gonfiore addominale e il meteorismo
  • Risveglia il metabolismo e migliora il meccanismo di assorbimento degli alimenti
  • Riequilibra la digestione, niente di acidità o sensazione di pesantezza!
  • Rafforza il sistema immunitario

COME ASSUMERLO

Assumere 2 capsule al giorno con un bicchiere d’acqua.

 
COSTO DI PROBIOFIVE

Puoi approfittare delle offerte e degli sconti attivi per un tempo limitato sul sito ufficiale di AgoLab. 1 Confezione di Probofive Forte a 19,90€ anziché 29,90€ 2 Confezioni di Probofive Forte a 36,90€ anziché 59,80€ 3 Confezioni di Probofive Forte a 49,90€ anziché 89,70€.

 <<- SCOPRILO ORA ->>

Post vecchi
Post Nuovi

Lascia un commento

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
Chiudi (esci)

Popup

Age verification

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto
Acquista i prodotti
×
Welcome Newcomer