Probiotici e sistema immunitario

Disturbi ormonali, stress, cambi di stagione e cattive abitudini alimentari possono ridurre le capacità di difesa del nostro organismo.

Una dieta varia ed equilibrata, basata sul consumo regolare di frutta e verdura, capace di fornire ogni giorno il giusto apporto di sali minerali e vitamine, può aiutare a ritrovare il benessere, rinforzare le difese immunitarie, proteggendo il corpo dagli agenti patogeni esterni.

Ma cosa fare se ciò non dovesse bastare? Il mercato propone degli integratori a base di vitamine e sali minerali da abbinare comunque ad uno stile di vita sano e una dieta bilanciata. Ma la natura ci supporta anche attraverso i probiotici. Cosa sono? Come agiscono sul sistema immunitario e come si assumono?

Probiotici: un valido aiuto dalla natura

I probiotici, da non confondere con i prebiotici, sono dei microrganismi viventi capaci di resistere ai succhi gastrici presenti nello stomaco. Assunti in quantità adeguate apportano diversi benefici al nostro corpo, motivo per cui vengono consigliati anche in gravidanza.

I prebiotici, invece, introdotti attraverso l'alimentazione, sono sostanze non viventi che, una volta arrivate al colon, contribuiscono alla formazione di batteri buoni.

Entrambi risultano utili nel ristabilire il corretto equilibrio nell'intestino, alterato magari da un consumo prolungato di antibiotici, da un metabolismo lento, dallo stress psicofisico e da una cattiva alimentazione.

Questo scompenso viene definito in gergo disbiosi intestinale ed avviene quando la flora batterica viene seriamente compromessa. In tal caso, bisogna provvedere con la somministrazione dei probiotici dall'esterno.

Probiotici e fermenti lattici per difese immunitarie

Sai che noi di Agolab abbiamo 2 integratori davvero ottimi per mantenere in salute il nostro intestino?

Guarda le schede prodotto informative dei nostri prodotti:

Qui sotto puoi vedere le recensioni, clicca su quello che vuoi approfondire.

Quante tipologie di probiotici esistono e come agiscono?

I probiotici più comuni sono i fermenti lattici vivi, ossia dei microrganismi capaci di metabolizzare il lattosio e coinvolti nel processo di fermentazione dei prodotti della digestione come carboidrati, fibre e proteine.

Si suddividono in tre gruppi principali:

Bifidobacterium. Si tratta di batteri buoni in grado di prevenire le malattie di tipo infiammatorio e capaci di proteggere il fegato.

Lactobacilli. I più noti sono i Lactobacillus acidophilus, bulgaricus e casei; contribuiscono a migliorare la digestione, a favorire il corretto assorbimento degli alimenti e a contrastare l'azione dannosa degli agenti patogeni, responsabili di diarrea e crampi intestinali.

Eubacteria.

Quando è consigliabile assumere i probiotici?


I probiotici vanno assunti quando ci sentiamo deboli, magari a seguito di una malattia o di un trattamento antibiotico prolungato, ma possiamo farne uso anche in misura preventiva per mantenere attive le difese della bocca. Ricordiamo che la maggior parte degli agenti patogeni vengono introdotti nell'intestino attraverso il cavo orale.

I probiotici sono naturalmente presenti nello yogurt e nel latte fermentato. In alternativa, sono disponibili in farmacia sotto forma di capsule oppure fiale.

I benefici offerti da questi microrganismi sono tanti e non solo relegati al rafforzamento delle difese immunitarie. I probiotici infatti:

- ristabiliscono il corretto equilibrio della flora batterica, regolando gli episodi di stipsi o di diarrea.

- Supportano l'efficacia di alcuni trattamenti vaccinali (come nel caso di quello antinfluenzale, per esempio).

Controllano i livelli di colesterolo nel sangue.

- Contrastano le malattie infiammatorie (soprattutto quelle che interessano lo stomaco) e infettive.

- Supportano chi ha sviluppato un'intolleranza alimentare (come ad esempio al lattosio) e non.

Hanno azione detossinante (liberano il fegato da scorie e tossine).

- Migliorano la salute di pelle e capelli, seppur agendo indirettamente.

- Se vengono assunti in concomitanza con degli integratori per il sonno, ne aumentano l'efficacia.

Naturalmente i benefici appena elencati sono variabili da soggetto a soggetto e suscettibili al dosaggio consigliato e al tipo di ceppo suggerito dal medico curante o dal farmacista di fiducia.

Per ottenere un netto miglioramento bisogna assumere con regolarità i probiotici per almeno un mese.

Come rinforzare il sistema immunitario con i probiotici


In buone condizioni di salute, l'intestino è perfettamente in grado di difendersi, grazie alla presenza di numerosi ceppi batterici e di qualche fungo.

Ciò favorisce la corretta produzione di anticorpi come linfociti, catechine, agenti anti infiammatori, cellule dendritiche e molti altri.

Sono quindi importanti per modulare la risposta immunitaria e non solo a livello locale (nell'intestino) ma anche sistemico. I probiotici sottraggono agli agenti patogeni spazio vitale e ne impediscono la proliferazione perché producono sostanze che rendono ostile il micro-ambiente di crescita.

Per prevenire la disbiosi intestinale e per non indebolire le nostre difese immunitarie, oltre ad assumere e integrare i probiotici nella dieta, è importante riuscire a mantenere sotto controllo lo stress.

Il nervosismo, l'ansia e le preoccupazioni del quotidiano influenzano negativamente l’equilibrio della microflora batterica intestinale e non solo.

Probiotici e gravidanza: tutto quello che c'è da sapere


Come abbiamo già accennato in precedenza, i probiotici vengono consigliati anche durante la gestazione. Per quale motivo? Per iniziare a curare la flora batterica del nascituro ma anche per migliorare le difese immunitarie della mamma.

In gravidanza, oltre alla comune influenza e ai mali di stagione, si possono sviluppare molti disturbi legati al cavo orale e ai denti. Le future madri, si sa, non possono ricorrere all'uso di farmaci per non compromettere la salute del bambino, a meno che non sia lo stesso medico curante o il ginecologo a consigliarlo, in via del tutto eccezionale.

I probiotici contribuiscono a ridurre i disturbi provocati da gengive gonfie e arrossate. In particolare, i Lactobacillus Reuteri Prodentis promuovono un microbiota bilanciato, proteggono il cavo orale da possibili infiammazioni, rinforzando le difese immunitarie.

Probiotici e bambini: come aumentare le loro difese immunitarie

Un microbiota sano è indispensabile per la corretta crescita e lo sviluppo del bambino. Contribuisce al buon assorbimento degli elementi nutritivi, migliora la digestione, stimola il sistema immunitario e aiuta ad eliminare più rapidamente le sostanze nocive e inutili.

I probiotici, specifici per l'età pediatrica, mantengono il corretto equilibrio del macrobiota, prevenendo i disturbi intestinali, le malattie infettive, le coliche, le allergie (anche della pelle come le dermatiti).

Non hanno effetti collaterali, né alcuna controindicazione, motivo per cui possono essere assunti tranquillamente in caso di necessità. L'approccio è assolutamente naturale e sicuro, privo di sostanze notoriamente allergizzanti.

Conclusioni

Dopo quest'ampia panoramica sui probiotici, tirando le somme possiamo concludere che l'efficacia dei microrganismi vivi sul sistema immunitario è reale e comprovata anche dal Ministero della Salute.

L'assunzione a necessità consente di aumentare le naturali difese del corpo e di offrire una risposta concreta anche per il benessere del microambiente intestinale.

Nonostante siano stati evidenziati i diversi effetti positivi dei probiotici sul nostro organismo, è bene non lasciarsi prendere troppo dall'entusiasmo e attendere che dati scientifici possano confermare tutti i benefici.

Questo perché bisogna tenere in considerazione le diverse variabili come l'età del soggetto, il sesso, il tipo di problema da risolvere, le proprietà del ceppo specifiche, il dosaggio e il periodo di somministrazione.
Post vecchi
Post Nuovi

Lascia un commento

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
Chiudi (esci)

Popup

Age verification

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto
Acquista i prodotti
×
Welcome Newcomer