Dopamina ormone felicità: come alzare i livelli?

Quando ci accingiamo a compiere dei gesti che ci gratificano, come abbracciare il partner oppure uscire con gli amici, sentiamo crescere dentro di noi una sensazione di gioia che ci riempie la vita.

Si tratta di una condizione mentale ma anche di una semplice reazione chimica, che deriva da un ormone chiamato dopamina e secreto direttamente dall'organismo quando si trova in una condizione di benessere.

Parliamo si un meccanismo naturale molto importante, che consente di abbassare di molto i livelli di stress quotidiani e apportare una serie di benefici secondari a tutto il corpo.

Tuttavia è possibile in parte intervenire in questo fenomeno con una serie di comportamenti utili ad alzare i livelli, che analizzeremo nel dettaglio in questo articolo per portare al massimo il cosiddetto ormone della felicità.

Se siete curiosi di sapere come abbandonare l'ansia a favore di un tranquillità interiore costante, non perdetevi queste righe e imparerete che con una serie di accorgimenti è possibile provare gioia per la maggior parte della giornata.

Cos'è esattamente la dopamina

Parliamo probabilmente di uno degli ormoni più conosciuti al mondo, ribattezzato "della felicità" proprio a indicare la sua funzione all'interno del corpo.
Si tratta in realtà di un neurotrasmettitore, che agisce sul sistema nervoso e sul flusso sanguigno, fornendo al cervello messaggi positivi che portano a un aumento della sensazione di benessere diffuso.

Come avrete modo di testare sulla vostra pelle, quando si prova gioia si viene pervasi da una sensazione di euforia che incentiva il movimento e la coordinazione, favorite anche da altre due sostanze secrete dal corpo come la noradrenalina e la serotonina.

Se pertanto l'obiettivo è ottenere la giusta concentrazione e provare uno stato di tranquillità diffusa e generalizzata, la strategia vincente è cercare di alzare i livelli di dopamina, che favorisce la vascolarizzazione di ogni zona del corpo, anche quella più periferica.

Dato il lungo percorso che questo ormone deve compiere, la risposta fisica e mentale non è affatto immediata ma è necessario attendere qualche minuti prima che si diffonda veramente nel corpo comunicando alla mente una sensazione positiva.

Ciò che ne deriva è una forte gioia, una voglia di muoversi e costruire, una concentrazione maggiore nel lavoro e nelle incombenze quotidiane che vengono svolte con minore pesantezza.
Aumentare i livelli di questo ormone è pertanto essenziale per migliorare la propria qualità della vita sotto tutti i punti di vista, poiché sentire la giusta gratificazione verso le cose che si fanno incentiva a perseguire con più tenacia i propri scopi.

Oltre che un meccanismo chimico parliamo quindi di un processo psicologico, un circolo positivo che nasce da una gioia ritrovata e prosegue nel raggiungimento di una ancora maggiore.

Soprattutto se unita alla serotonina, la dopamina è una vera e propria droga naturale, che non danneggia il fisico ma al contrario potenzia il suo funzionamento a livello motorio e coordinativo.

Cercate pertanto di mantenere sempre un atteggiamento positivo, che possa incentivarne la produzione e farvi vivere la giornata con il giusto sprint senza mai perdere di tono.

Cosa accade se manca dopamina?

In particolari condizioni di stress, il corpo smette di produrre la giusta quantità di dopamina e le conseguenze per il fisico e lo spirito sono davvero negative.

In primo luogo la sensazione che viene avvertita è quella di una forte apatia, che si traduce in una carente concentrazione nei confronti dei compiti quotidiani, che vengono svolti senza entusiasmo con risultati peggiori.

Inoltre, la stanchezza sopraggiunge in tempi decisamente più brevi, costringendo l'individuo a rallentare o sospendere le proprie attività, anche quelle sportive.

La sedentarietà continua porta poi a un aumento della fame nervosa e quindi del peso corporeo, accumulando chili in eccesso dei quali l'ormone della felicità impediva in parte la formazione.

In condizioni più gravi, l'assenza di queste sostanze per periodo prolungati più provocare gravi difficoltà motorie oltre che il morbo di Parkinson, che colpisce non solo l'apparato muscolare ma anche quello nervoso e scheletrico.
Fate pertanto grande attenzione al vostro stile di vita e cercate di controllare agevolmente gli stati di ansia, in modo che non influiscano troppo sulla forma fisica e sulla salute mentale.

Altri sintomi poco piacevoli sono inoltre la digestione lenta e i problemi intestinali, che si manifestano a fasi alterne e rendono la giornata decisamente più difficile e complicata.

Come alzare i livelli di dopamina

Soprattutto se state attraversando una fase difficile della vostra vita, è opportuno concentrarvi su una serie di accorgimenti che vi aiuteranno a uscire da questo periodo ed attivare il neurotrasmettitore della felicità.

In primo luogo cercate di frequentare persone positive, che possano rendere le giornate più leggere e strapparvi qualche risata.
Che sia il partner, un amico, un familiare, circondatevi di affetto e sentirete immediatamente un forte senso di benessere diffondersi dentro.

Lo stesso effetto potrebbe essere provocato da un animale domestico, che con la sua presenza allevia di molto lo stress circostante e consente di rilassarsi in maniera dolce e delicata.

Dedicatevi poi ad attività che vi portano gioia, come uno sport particolarmente amato, la lettura, il cinema o un viaggio, capaci di stimolare le parti più serene della vostra mente.
Post vecchi
Post Nuovi

Lascia un commento

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
Chiudi (esci)

Popup

Age verification

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto
Acquista i prodotti
×
Welcome Newcomer