Glicemia alta cosa mangiare a colazione

Come tutte le persone, anche colui che soffre di glicemia alta dovrebbe iniziare la giornata con il corretto bilanciamento tra proteine, carboidrati, zuccheri, sali minerali, vitamine e fibre, in modo da garantire una corretta attività intestinale.

Per quanto riguarda i carboidrati, sarà necessario stare attenti a non assumere quelli troppo complessi o ad alto contenuto glicemico, prediligendo varianti integrali come le fette biscottate o il pane da condire con un filo di marmellata light.

In tal senso interessante sarebbe assaggiare uno yogurt ricco di cereali magri, unito a della frutta secca senza zucchero che dona sapore senza andare ad alzare troppo la curva glicemica.

In ogni caso un paziente diabetico dovrà sempre porre grande attenzione alle etichette che recano gli ingredienti, poiché la presenza poco visibile di riso soffiato, uvetta o altri elementi raffinati potrebbe risultare dannoso se non addirittura deleterio.

Frutta con pochi zuccheri: quale mangiare?

I maggiori esperti del settore consigliano di consumare la frutta un giorno si e uno no, evitando un sovraccarico di zuccheri nel sangue, dati soprattutto da alcune varianti.

Il suggerimento è tuttavia quello di scegliere tipologie a minor indice IG: ne sono un esempio alcuni agrumi come l'arancia, il pompelmo e il melograno, oppure frutti come la mela, la pera, la pesca, le fragole e i frutti di bosco, il tutto mantenuto con la buccia poiché si tratta di una parte ricca di sostanze nutritive.

Fate molta attenzione al lavaggio, poiché potrebbero essere presenti pesticidi nocivi per l'uomo che devono essere rimossi bene utilizzando preferibilmente del bicarbonato sciolto in acqua, che con la sua azione antisettica elimina virus e batteri dalla superficie.

Accettata all'interno di un regime alimentare controllato di questo genere è la composta, che al contrario della marmellata contiene il 100% di frutta e soprattutto non prevede degli zuccheri aggiunti troppo lavorati.

Un ottimo integratore per la tua salute: Omega 3

 

Glicemia alta: quali alimenti ricchi di grassi e proteine è possibile mangiare?

Partiamo dal presupposto che una certa componente di grassi è necessaria in un'alimentazione bilanciata, a patto che questi siano buoni e non saturi.
Via libera pertanto a una colazione salata a base di pollo, tacchino, albume di uovo, yogurt magro, latte di soia e frutta secca, che donano una discreta quantità di energia per affrontare nella maniera migliore possibile la giornata.

Per quanto riguarda il burro, sarebbe certamente meglio optare per quello di mandorle, che mantiene più basso il contenuto di grassi e si mantiene più salutare per l'intero organismo.

Glicemia alta: bevande a basso contenuto glicemico

Soffri di glicemia alta, quali sono le bevande consigliate e quelle da evitare?

Coloro che soffrono di diabete saranno lieti di sapere che il caffè non rientra tra le bevande vietate, anche se sarebbe meglio consumarlo nella variante decaffeinata.
Stesso discorso vale per il tè, seppure il suggerimento è di non esagerare con lo zucchero o scegliere delle varianti meno raffinate.

È consentito inoltre il latte scremato, da poter scegliere nella classica variante di mucca o in quelle più leggere di soia e mandorle.

-> Leggi anche "Come ridurre il colesterolo in modo naturale"?

Cosa mangiare a colazione se soffri di glicemia alta?

Tra gli abbinamento interessanti da proporre a colazione troviamo un toast con uova e pomodori oppure ricco di avocado, che regala i nutrienti necessari per iniziare la giornata con sprint senza gravare sulla curva della glicemia.

Stesso discorso vale per lo yogurt o in alternativa la ricotta con frutta secca o fresca, un pasto leggero e molto adatto alla stagione estiva.

Post vecchi
Post Nuovi

Lascia un commento

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
Chiudi (esci)

Popup

Age verification

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto
Acquista i prodotti
×
Welcome Newcomer