Bruciore di stomaco rimedi e cosa mangiare

Per molte persone la sensazione di bruciore di stomaco è solo un lieve fastidio occasionale, ma per chi la vive in maniera costante, può trasformarsi in un problema da prendere molto sul serio.

È il sintomo più comune della malattia da reflusso gastroesofageo, un malfunzionamento della valvola che mantiene il cibo e gli acidi dentro lo stomaco. Quando questa non funziona in modo corretto, gli acidi tornano indietro fino all’esofago.

Ora, potresti anche essere in grado di stringere i denti e imparare a convivere con l'acidità di stomaco, ma perché? Sai che se non viene trattata a lungo termine, potresti incontrare dei gravi effetti collaterali? Esempi?

  • Esofagite;
  • Restringimento dell’esofago;
  • Bronchite cronica;
  • Tosse cronica;
  • Sinusite cronica;
  • Enfisema;
  • Fibrosi polmonare;
  • Polmonite ricorrente.

Il bruciore di stomaco o reflusso acido comprendono segnali come una tosse cronica, dolore al petto e una forte sensazione di infiammazione. Conoscere le cause, come possono essere, per esempio, alcuni alimenti, farmaci, obesità o persino lo stress, può aiutare a prevenirlo.

Tutti ormai siamo a conoscenza di che cosa bisogna fare per fermare il dolore e tornare con la nostra vita di sempre, il problema sta nel trovare il motivo per cui la condizione si presenta. Sapendo la causa, il problema si può risolvere molto più velocemente.

Vediamo allora quali sono le situazioni da evitare per prevenire il bruciore di stomaco.

Bruciore di stomaco quali sono i cibi da evitare?

Ecco i cibi da evitare se soffri di acidità e bruciore di stomaco:

  • gli agrumi e i succhi correlati (arancia, limone, pompelmo)
  • mirtilli e succo di mirtillo
  • pomodori, cipolla, patate
  • alimenti fritti, carne rossa, latte e latticini derivati (compresi i gelati, la ricotta o il frappè)
  • alcolici, vino, caffè o tè anche decaffeinati o deteinati
  • aceto, maionese, cioccolato e derivati
  • dolci con molto burro

Bruciore di stomaco rimedi e consigli

Il sollievo può provenire da semplici modifiche al nostro stile di vita quotidiano e alla dieta. Ecco per te alcuni suggerimenti utili per evitare di incontrare questo fastidioso e doloroso inconveniente.

  • Assumi probiotici e prodotti di qualità per l'intestino

Scegliere probiotici e fermenti lattici di qualità davvero super importante per aiutare il nostro intestino a ristabilire l'equilibrio e la salute della flora batterica.

Noi di Agolab abbiamo prodotti davvero di qualità e sono lieto di presentarteli qui sotto:

Probiofive probiotico di qualità

Probiofive Questo secondo prodotto dell’AgoLab è uno dei migliori integratori di probiotici presenti sul mercato. Cosa lo rende uno dei preferiti dagli utenti che amano prendersi cura del proprio intestino, a priori da problemi di stipsi o colite?

Di norma, i probiotici (i batteri buoni per la salute della nostra flora intestinale) vengono assorbiti dal corpo dagli alimenti.

Alimenti che in passato venivano coltivati in modo naturale, col vecchio metodo dei contadini, senza additivi chimici.

Invece, adesso, non sappiamo mai cosa davvero ingeriamo perché anche gli ortaggi, la frutta e i cibi che provengono direttamente dalla terra potrebbero essere “contaminati” da pesticidi e additivi per il trattamento del terreno coltivato.

La novità di Probiofive Forte sta nella selezione degli antichi probiotici buoni coltivati a terra, ossia, provenienti da terre non contaminate.

SCOPRILO ORA

 

  • Non andare a letto a stomaco pieno

Consuma i tuoi pasti da due a tre ore prima di balzare sul letto e pensare a dormire. Questo darà al tuo corpo il tempo di digerire il cibo e di diminuire i livelli di acido in modo da stabilizzarsi.

  • Non mangiare troppo

Diminuisci la misura delle porzioni degli alimenti o prova a mangiare in modo diverso: fai 5 piccoli pasti al giorno invece che abbuffarti in tre volte.

  • Mangia lentamente

Prenditi il tuo tempo nel mangiare. Non avere fretta, non ti deve correre dietro nessuno. Il momento dei pasti è sacrosanto e di vitale importanza e deve essere, soprattutto, piacevole. Goditelo fino in fondo!

  • Indossa abiti comodi

I vestiti troppo aderenti possono stringere le pareti addominali e causare l’infiammazione. Usa degli abiti che non siano molto stretti e ti diano modo di respirare correttamente.

  • Perdi peso

Se hai qualche chilo in più, dimagrire ti può aiutare ad alleviare i sintomi del bruciore di stomaco.

  • Smetti di fumare

La nicotina è uno dei principali ingredienti delle sigarette, questa può indebolire lo sfintere esofageo inferiore, ossia il muscolo che controlla la valvola tra l’esofago e lo stomaco, permettendo agli acidi contenuti all’interno di risalire.

  • Evita l’alcol e caffè

Se il tuo obiettivo è quello di rilassarti dopo una giornata davvero stressante, prova dell’esercizio fisico, tecniche di meditazione, stretching e attività di respirazione profonda. Tutto tranne che buttarti sull’alcol; inutile dirti perché, vero?

Leggi 

  • Rialza il materasso verso la testa

Se, invece, il bruciore ti assale nel momento in cui ti sdrai, ti consiglio di prendere questo piccolo accorgimento: fai in modo che la testa e il torace siano a livello più alto dei piedi.

Come? Metti blocchi da 6 pollici sotto le colonne a capo del letto. Non usare pile di cuscini per raggiungere lo stesso risultato, perché ti porta soltanto a mettere la testa in una posizione tale da aumentare la pressione sul tuo stomaco e, quindi, acutizzare il dolore.

Aloe vera gel contro il bruciore di stomaco

Ora che ti ho fornito una spiegazione sulle cause del problema, ti svelo un bel trucco per risolverlo. Si tratta di un’espediente completamente naturale che va ad agire in modo diretto al centro dell’infiammazione: l’Aloe Vera Gel. Sì, proprio il gel della pianta Aloe vera.

Perché? A differenza del succo, il gel viene estratto dal cuore della pianta ed è proprio questo che protegge lo stomaco. Provalo e ne sentirai da subito gli effetti!

Post vecchi
Post Nuovi

Lascia un commento

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
Chiudi (esci)

Popup

Age verification

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto
Acquista i prodotti
×
Welcome Newcomer