Carbone vegetale benefici: dopo quanto fa effetto?

Il carbone vegetale, altrimenti noto come carbone attivo o attivato, è una sostanza naturale che si ottiene dalla combustione della legna e del legname. Questa particolare sostanza può inoltre essere ottenuta dagli scarti di lavorazione ad elevate temperature e in assenza di fuoco (calcinazione) in una atmosfera povera di ossigeno (carbonificazione).

In un momento successivo il carbone in questione viene combusto ancora una volta in presenza di vapore acqueo, gas o aria. Questo secondo passaggio è necessario al fine di incrementare il potere di assorbimento del carbone vegetale.

Il carbone vegetale è particolarmente utile ed indicato per assorbire i gas a livello intestinale e gastrico. Ebbene, questa sostanza è indicata in caso di problematiche relative all'aerofagia e al meteorismo.


Dove è possibile trovare il carbone vegetale

Come anticipato in precedenza, il carbone vegetale può essere ottenuto dal processo di combustione e carbonificazione del legno di pioppo, del legno di salice, del legno di betulla e pino.

Il processo di carbonificazione in questione in natura si verifica nel corso di numerosi secoli e millenni, quando i tessuti vegetali sopra citati vengono sottoposti a un livello di elevata pressione che determina un aumento di temperatura.
Il processo in questione si verifica anche grazie a un'azione fermentativa di funghi e batteri anaerobi, la quale determina una eliminazione progressiva e costante dei livelli di ossigeno e idrogeno determinando un costante arricchimento di carbonio.


Proprietà e possibili usi del carbone vegetale

Il carbone vegetale presenta una proprietà adsorbente attraverso la quale è possibile far aderire le singole molecole presenti nell'ambiente in cui si trova il carbone vegetale alla sua superficie.
La proprietà in questione non deve in alcun modo essere confusa con la proprietà e col termine assorbente, con il quale viene indicata la capacità di una sostanza di impregnarsi. In particolare, tra le sostanze assorbenti è possibile citare, ad esempio, la spugna.

Come anticipato in precedenza, il carbone vegetale è particolarmente indicato in caso di meteorismo, aerofagia e pancia gonfia.

Ti presentiamo un nostro ottimo Probiotico che aiuta a rafforzare la flora batterica e migliorare la situazione intestinale.

PROBIOFIVE INTEGRATORE PER LA STITICHEZZA

 

Ebbene, le particelle di carbone vegetale trattengono e assorbono l'aria presenta all'interno del sistema gastrico e intestinale riducendo possibili gonfiori e la tensione addominale.
Il carbone vegetale presenta una duplice azione: da un lato il carbone vegetale è in grado di assorbire i gas presenti all'interno dello stomaco e del sistema intestinale, dall'altro lato il carbone vegetale grazie alle sue proprietà ha la capacità di spegnere i bruciare e sfiammare allo stesso tempo le pareti gastriche in caso di acidità e gastrite.
Questa azione è possibile grazie alla presenza di numerosi sali minerali di tipo basico.

Grazie a queste proprietà il carbone vegetale è indicato non solo in casi di meteorismo o aerofagia, ma anche in casi di colite e fermentazioni intestinali. Tale efficacia è principalmente dovuta all'effetto disinfettante che il carbone vegetale determina a livello intestinale.

Il carbone vegetale presenta inoltre una particolare proprietà che consente a quest'ultimo di eliminare i metalli pesanti che possono accumularsi nel tempo nelle varie zone del corpo.
Questa particolare azione è possibile in ragione del fatto che il carbone vegetale ostacola l'assorbimento di sostanze tossiche favorendo così l'eliminazione dei metalli pesanti accumulati all'interno del corpo.
Grazie a questa funzione il carbone vegetale è fondamentale nel caso di avvelenamento da funghi.
Ebbene, il carbone vegetale ha la capacità di trattenere numerose tipologie di veleno e pertanto quest'ultimo viene molto spesso impiegato negli interventi di somministrazione nelle ipotesi di avvelenamento ed in particolare nell'avvelenamento da funghi.

Il carbone vegetale grazie alle sue particolari proprietà viene inoltre in numerosi casi prescritto per consentire la preparazione di alcuni test e esami clinici, tra i quali è possibile citare in particolare l'ecografia dell'addome superiore.
Il carbone vegetale infatti agisce adsorbendo i gas intestinali che se presenti nell'area interessata dall'esame potrebbero impedirne la regolare e corretta esecuzione.


Modalità d'uso del carbone vegetale: dopo quanto fa effetto?

La dose di assunzione generalmente consigliata come antifermentativo è di circa uno o 2 grammi al giorno. In particolare, la dose in questione consiste in due o quattro capsula a seconda del caso che devono essere assunte lontano dai pasti.

Qualora invece il carbone vegetale viene utilizzato come antidoto questo deve essere somministrato per os in seguito alla miscelazione con acqua. In questo caso la dose viene fatta assumere ogni quattro ore per tre volte.
Dopo quanto fa effetto il carbone vegetale?
Dipende dalla situazione ma, mediamente, per problemi di pancia gonfia vedrai già buoni benefici già dopo 3 o 4 giorni.
Il carbone vegetale può portare benefici per la stitichezza?
Si, esso ha proprietà di ripristino del funzionamento intestinale ma non bisogna esagerare nelle quantità per non avere l'effetto contrario.


Controindicazioni del carbone vegetale

Vi sono delle circostanze in presenza delle quali il carbone vegetale è controindicato. Ebbene, il carbone vegetale è controindicato in caso di ostruzioni intestinali o in caso di appendicite.
Queste controindicazioni sono dettate dal fatto che la particolare capacità di adsorbimento di gas e liquidi del carbone vegetale può ostacolare ed impedire l'assimilazione dei farmaci assunti.

Affinché si possa essere sicuri di non correre dei rischi si consiglia di non assumere in alcun modo i farmaci in questione nell'intervallo compreso tra trenta minuti prima e due ore dopo l'assunzione del carbone vegetale.
Attualmente non vi sono altre controindicazioni o possibili effetti collaterali relativi al carbone vegetale e al suo impiego. Ciò nonostante si sconsiglia di assumere dosi eccessivamente elevate della sostanza in questione in quanto può determinare nel lungo periodo un effetto costipante.
Post vecchi
Post Nuovi

Lascia un commento

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
Chiudi (esc)

Popup

Use this popup to embed a mailing list sign up form. Alternatively use it as a simple call to action with a link to a product or a page.

Age verification

By clicking enter you are verifying that you are old enough to consume alcohol.

Cerca

Carrello

Il tuo carrello è vuoto
Acquista i prodotti
×
Welcome Newcomer