Lunghezza intestino: quanto è lungo?

L'intestino è un organo, o ancora meglio dire una sezione dell'apparato digerente compresa tra il piloro e l'orifizio anale. Anatomicamente viene distinto in due tratti, ovvero il piccolo intestino conosciuto con il nome di intestino tenue ed il grande intestino designato intestino crasso.

Quest'organo ha la funzione principale di ottenere un adeguato assorbimento dei nutrienti nell'organismo, e ciò avviene attraverso i processi di digestione e assorbimento dei nutrienti, che sono prodotti essenzialmente nell'intestino tenue, e con assorbimento specifico a seconda dei nutrienti e del tratto intestinale.

Istologia Intestino

  1. Caratteristica fondamentale dell'intestino è la morfologia dell'epitelio intestinale con l'aumento della superficie di assorbimento grazie alla specializzazione della mucosa in pieghe, queste nei villi intestinali e la membrana apicale dell'enterocita nei microvilli, moltiplicando così la superficie di assorbimento fino a 200 mq.
  2. La tonaca mucosa dell’intestino tenue si solleva a forare i villi intestinali, ognuno rivestito da un epitelio cilindrico semplice, con cellule che presentano sulla superficie apicale ‘un orletto a spazzola’.
    Inoltre sono presenti anche cellule caliciformi il cui muco si deposita sulla superficie dell’epitelio. Alla base dei villi vi è lo sbocco delle ghiandole intestinali, formate da cellule enterocromaffini che producono ormoni intestinali ed enzimi ad attività batterica.

E' importante ricordare che per un'adeguata digestione e assorbimento dei nutrienti è necessaria non solo l'integrità funzionale dell'intestino tenue e crasso, ma anche un'adeguata secrezione biliare e un corretto funzionamento del pancreas esocrino.
ProbioFive Agolab integratore intestinale

Intestino tenue: anatomia e funzioni

L'intestino tenue si estende dal piloro alla giunzione del cieco con il colon ascendente. La sua lunghezza media è di 6-7 m ed è suddivisa in: duodeno, digiuno e ileo.

  1. Il duodeno è lungo da 20 a 25 cm ed è a forma di "U" o "C" e si trova intorno alla testa del pancreas. Si estende dal piloro alla flessura duodenale, dove si trova il legamento di Treitz, che attacca questa parte dell'intestino alla parete posteriore dell'addome.
  2. Il duodeno a sua volta è suddiviso in 4 porzioni. È la seconda porzione in cui scorrono i dotti escretori del pancreas e il dotto biliare comune. La mucosa astrale penetra come linguette per 1 o 2 mm. Nel duodeno, poi, arrivano da 2 a 3 mm. epitelio di transizione. Oltre i 5mm. solo l'epitelio di tipo ID dovrebbe essere presente nel duodeno. Epitelio di transizione oltre i 5 mm. si chiama metaplasma gastrico.

Nel duodeno, il numero di cellule mononucleate presenti nella lamina propria è maggiore che nella lamina propria di qualsiasi altro segmento dell'ID, probabilmente a causa del contenuto acido dello stomaco in questa parte del duodeno.

Il legamento di Treitz è il punto di riferimento anatomico dell'inizio del digiuno.
Questo, convenzionalmente, misura 2/5 dell'intestino distalmente al duodeno, mentre i restanti 3/5 sono conosciuti come ileo perché non esiste un confine macroscopico definito tra i due.

Tuttavia, alcune caratteristiche consentono ai chirurghi di distinguere tra queste, vale a dire: il digiuno si trova nell'addome superiore mentre l'ileo si trova nell'addome inferiore e nella pelvi.

Il tessuto adiposo che accompagna l'ileo è molto più grande, il che gli conferisce un aspetto spento e spento. Il tessuto adiposo che accompagna il digiuno è scarso rispetto a quello dell'ileo, che produce nel digiuno un aspetto trasparente e lucido.
Il diametro del lume e lo spessore delle pareti prossimali del digiuno sono quasi il doppio di quello dell'ileo terminale.

    1. Le pieghe circolari, descritte in seguito, sono ridondanti e circondano quasi completamente la circonferenza del digiuno, in contrasto con le pieghe ileali, che sono poco prominenti e diminuiscono la circonferenza dell'ileo. 
    2. L'ileo entra nella giunzione ascendente cieco-colon per uno spazio di 2-3 cm. I villi dall'ileo scompaiono gradualmente fino alla mucosa piatta del colon, La regione ileo-cecale normalmente contiene abbondante tessuto adiposo a livello della sottomucosa, talvolta a questo livello si può trovare una massa di tessuto adiposo, questa entità benigna è chiamata lipoiperplasia della regione ileocecale.
    3. Macroscopicamente, il digiuno differisce dai suoi vicini per avere abbondanti e grandi pieghe circolari. Istologicamente, i villi mostrano un rapporto villo-cripta 4-5 a 1. Sono sottili e digitiformi. A differenza dei villi inferiori dell'ileo e dei villi a forma di foglia un po' smussati e ramificati del duodeno prossimale.

    Il ruolo fondamentale dell’intestino tenue consiste nell’assorbimento e nella digestione delle sostanze nutritizie.

    Intestino tenue larghezza e lunghezza

    1. La superficie interna dell’intestino tenue mostra una serie di pieghe trasversali, dette pliche circolari, e la loro funzione consiste nell’incrementare notevolmente la superficie di assorbimento intestinale.
    2. L'intestino tenue è largo da 4 a 5 centimetri e lungo da 6 a 7 metri (il duodeno è da 25 a 30 cm).

    Il digiuno ha un diametro maggiore dell'ileo (il digiuno 3 centimetri, l'ileo 2 cm).

    L’intestino crasso, a forma di ferro di cavallo si trova inferiormente al fegato e allo stomaco.

    Intestino cieco

    Il cieco, che si trova all'inizio del colon ascendente, è il punto dal quale l'intestino tenue incontra l'intestino crasso. L'appendice, una struttura tubolare a forma di dito che non svolge alcuna funzione nota, sporge dal cieco. L'intestino crasso secerne muco ed è in gran parte responsabile dell'assorbimento dell'acqua dalle feci.

      • Le funzioni consistono in: riassorbimento di acqua e di elettroliti e compattazione del contenuto intestinale in feci; assorbimento di importanti vitamine; accumulo del materiale fecale.

    L’intestino crasso riceve il sangue dalle arterie mesenteriche, il sangue venoso viene raccolto mediante le vene mesenteriche.

    Come è fatto l'intestino crasso?

    Le parti dell'intestino crasso sono:
      • Cieco e colon ascendente (a destra);
      • Colon trasverso;
      • Colon discendente (a sinistra);
      • Colon sigmoideo (che è collegato al retto);
      • Retto.

      Intestino crasso dimensioni


      Il colon ascendente: lunghezza 25 cm.
      Il colon trasverso: ha una lunghezza media di 50 cm.
      Il colon discendente: 30 cm di lunghezza.
      Sigmoide: 20 cm, dritto 10-15 cm.

      L'intestino crasso è largo in media 10 centimetri. Lunghezza totale di 120 x 160 cm totali. Il suo calibro diminuisce progressivamente, la parte più stretta è la giunzione rettosigmoidea (dove il suo diametro non supera solitamente i 3 cm), mentre il cieco è di 6-7 cm.

      Posizione dell'intestino crasso

      Il contenuto intestinale è liquido quando è collegato all'intestino crasso, ma di solito se si solidifica durante il tempo necessario per raggiungere il retto, formando le feci. I numerosi batteri che vivono nell'intestino crasso possono ulteriormente digerire alcuni materiali, producendo gas.

      I batteri nell'intestino crasso producono anche alcune sostanze importanti, come la vitamina K, che svolge un ruolo importante nel processo di coagulazione del sangue. Questi batteri sono necessari per una corretta funzione intestinale e alcune malattie e antibiotici possono alterare l'equilibrio tra i diversi tipi di batteri che vivono nell'intestino crasso.

      -> Leggi l'articolo su una pratica molto benefica per l'intestino "Il clistere casalingo"

        Abbiamo studiato la lunghezza totale dell'intestino in conigli senza una razza definita, con l'obiettivo di contribuire alla gestione nutrizionale di questa specie. Lo studio è stato condotto su 34 conigli adulti di 94 giorni (17 maschi e 17 femmine), sottoposti allo stesso regime alimentare e ambientale. Sono stati sacrificati ed eviscerati e successivamente abbiamo misurato il tratto digestivo dal piloro all'ano.

        Il materiale veniva preparato e posto su un piano orizzontale, sempre entro un periodo non superiore a 5 ore dopo il sacrificio dell'animale.

        Sono stati ottenuti i seguenti valori medi: Intestino tenue: 23,11 ± 1,66 cm; Cieco: 27,69 ± 2,46 cm; Colon-retto: 103,40 ± 9,19 cm; Lunghezza totale: 154,21 ± 7,17 cm; l'analisi statistica non ha mostrato differenze significative legate al sesso (p <0,05).

        Post vecchi
        Post Nuovi

        Lascia un commento

        Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

        Nota Bene: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituto di una dieta variata e vanno utilizzati seguendo uno stile di vita sano ed equilibrato. Non eccedere le dosi giornaliere raccomandate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Si raccomanda di seguire le eventuali avvertenze riportate in etichetta. Si consiglia la supervisione medica nei soggetti in età pediatrica, sopra i 65 anni e con qualsiasi condizione patologica. In generale, le donne in gravidanza e durante l'allattamento non devono assumere integratori alimentari se non in caso di effettiva necessità. L'uso tradizionale o l'impiego clinico delle sostanze riportate in questo sito non va inteso come prescrizione medica. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno qualsiasi degli ingredienti presenti nelle formulazioni. Eventuali variazioni di colore, sapore e/o odore, in alcuni prodotti, sono dovute alla presenza di ingredienti naturali.
        Chiudi (esci)

        Popup

        Age verification

        Cerca

        Carrello

        Il tuo carrello è vuoto
        Acquista i prodotti
        ×
        Welcome Newcomer